LIVE DIFFERENT. Hai mai pensato che la tua vita sarebbe potuta essere migliore se soltanto fosse stata diversa? Mentre lo scrivo mi viene da sorridere e mi chiedo: ma diversa da cosa? Diversa come?

In effetti affermare che si vorrebbe cambiare qualcosa è facile. Costa solo lo sforzo di pronunciare una frase 🙂

Ieri sera qui ad Allegretto ci siamo posti qualche domanda. Rispondere è alla portata di tutti, ma un gesto apparentemente così semplice si rivela potentissimo: dimostra il coraggio di fissare gli occhi sulla propria vita e misurare la distanza reale tra ciò che è e ciò che vorremmo che fosse.

Io l’ho fatto e ho deciso che le risposte che riguardano me le conservo nel mio diario personale e le condividerò privatamente solo con uno o due amici. Invece voglio applicare le stesse domande ad Allegretto, come se fosse una persona, e condividere pubblicamente le risposte che mi do.

Se Allegretto fosse diverso da come è oggi lo immagino con almeno sei posti letto, uno spazio comune in più, una grande sala in cui fare attività aperte non solo agli ospiti e un giardino più bello (ok, lo ammetto, non ho ancora chiaro in testa cosa intendo con giardino più bello :-P). Voglio un socio – anche due 🙂 – che desideri impegnarsi direttamente sul campo e con il quale muovere più velocemente le idee e creare più valore da condividere. Vedo Allegretto proseguire la sua attività nella sua sede “storica”, che è questa, ma pronto anche a guadagnare altri spazi. Lo vedo chiamare gente attratta dalla musica, proporre ospitalità ma anche un fitto calendario di attività aperte a tutti gli interessati.

A che punto siamo rispetto a questo?

Siamo pronti a verificare la possibilità di attivare altre due camere, raggiungendo la massima capienza permessa dall’edificio. Nel caso in cui fosse possibile abbiamo già pronto anche uno spazio comune in più, mentre per la sala grande bisognerà aspettare (diciamo che è disponibile in versione estiva…) Il giardino è bello grande, occorre solo la pazienza di chiarirsi le idee definendo “più bello” in termini di piante e disposizione delle stesse.
Ho individuato due persone che potrebbero essere i soci giusti.
Ho preso accordi proprio all’inizio della settimana con il primo cliente che ha scelto Allegretto rispetto ai concorrenti perché attirato dallo spirito musicale del luogo.
Ci sono le serate del martedì aperte al pubblico e altre attività in preparazione.

Sento che ci stiamo muovendo nella direzione che ho immaginato e mi piace.
Mi è appena venuta un’idea per accelerare il processo e mi piace ancora di più.

Categories: diario

Leave a Reply


Twitter updates

RSS not configured

Sponsors